venerdì 30 marzo 2012

Scalzi

Dopo più di un mese che giro per le strade australiane ancora non riesco a capitarmi di come sia possibile andare in giro scalzi. Niente calzini, ma soprattutto niente scarpe. Asfalto, macchina, ascensore, scale, giardino, è uguale.
Scalzi.. mah!
Davanti alla porta della residenza universitaria ci sono dei tavolini, e l'altra sera qualcuno aveva lasciato un paio di ballerine. Già solo il fatto che uno se ne possa tornare a casa dimenticandosi delle scarpe mi sconvolge alquanto, ma quello che veramente mi ha lasciato quasi scioccata è che dopo due giorni le scarpe erano ancora lì. Nessuno era andato a riprendersele.

p.s. Quelli del bar dell'ospedale hanno imparato a fare il caffè italiano ;-)

3 commenti:

PuroNanoVergine ha detto...

Dopo il caffè insegna loro a calzare le scarpe.
Hai un compito storico: civilizzare un intero continente :-)

Federica ha detto...

è un vero e proprio movimento diffuso a livello mondiale: qualche anno fa una mia amica che studiava in germania mi riportava le tue stesse esclamazioni! abbiamo scoperto che si chiama barefooting: http://www.repubblica.it/2006/c/sezioni/persone/scalzi/scalzi/scalzi.html

Caterina ha detto...

@PNV: mi sento molto importante eheh

@Fede: conoscevo questa "moda", ma in me prevale lo spirito medico....mallatie in agguato a camminare scalzi!!! O_o