martedì 9 giugno 2009

7 giugno 2009


Si parlerà di elezioni??? Ma noooooo! Non è il blog giusto, anche se si potrebbe intavolare una bella discussione europea date le miriadi di ospiti che abbiamo avuto alla Festa del Ricamo 2009 proprio lo scorso 7 giugno! Opinioni dall'Olanda e dalla Francia, dall'Inghilterra e pure un commento dall'esterno da parte degli americani! Ma chiaramente a Casa Cenina ci si concentra su altre cose in una giornata così importante, senza però dimenticarci di prendere la nostra ora di permesso per andare a votare come bravi cittadini!
Dopo i frenetici preparativi e dopo la strabiliante organizzazione delle nostre ragazze, si parte con la stancante, divertente e piovosa giornata di ricamo! Dal prossimo anno siete tutti avvertiti: Festa dell'usciate d'acqua 2010 (per chi avesse bisogno di traduzione usciate d'acqua=secchiate d'acqua=diluvio a tratti). Il tempo infatti non è stato per niente clemente, ma ci eravamo preparate (dato che siamo l'incarnazione dell'ottimismo) e non una goccia d'acqua ha raggiunto gli stand.
Potrei parlare degli ospiti adulati e abbracciati dalle nostre ricamine e dai nostri ricamini. Potrei parlare dei capolavori esposti. In particolar modo mi sono piaciuti i lavori della Marie-Therese e sono riuscita a strapparle la promessa che mi ricamerà un gatto (erano trooooooppo belli). E' la prima volta che sfrutto il vantaggio di far parte di Casa Cenina così spudoratamente, ma ne valeva veramente la pena. Potrei parlare del nostro spero formidabile lavoro. Oppure potrei parlare del magico tendone che ci ha riparato dalle nuvole.
Ma ho deciso che mi concentrerò sui particolari. Come sapete osservo attentamente tutto quanto, e da questa esperienza sono venute fuori diverse cose.
Innanzi tutto il caro Ton (marito di Karin) è quasi riuscito a strappare il soprannome di Winnie the Pooh al mio vecchio prof di lettere del liceo. E' stato così carino e gentile che veniva veramente voglia di tirargli le guanciotte. Passiamo adesso ad analizzare l'altro marito della Festa. Sì perchè sono loro la colonna portante, se ne stanno in disparte ma non puoi fare a meno di notarli. E quindi è con orgoglio che vi racconto di Patrick, marito della Marie-Therese. CHE UOMO!!! UN IDOLO!!! Sarcastico fino al midollo, simpatico e dongiovanni nel cuore. Ahahah! Fotografo (non)ufficiale della Festa si è preso il greve compito di immortalare le bellissime donne italiane! Un pensiero d'obbligo per la povera Isabelle (la quale non solo ha potuto sperimentare la smart dell'Ilaria) che si è dovuta sopportare le simpatiche e scherzose "avance" dell'uomo baffo più mitico di Francia!
Vogliamo poi descrivere in modo analitico la porchetta servita da Sandro??? Una libidine...mmmmmm.
Ci è un pò dispiaciuto che non abbiamo avuto molte occiasioni di scambio con le inglesi Suzanne e Joanne e sono rimasta sbigottita di come la cara Hana, figlia di Cynthia, non sia ancora riuscita dopo quasi una settimana a riprendersi dal fuso orario del Colorado.
Molti più aretini del solito si sono presentati...sarà forse perchè un pò di tempo fa siamo usciti sul giornale locale? Mah...l'importante è che siano venuti e che continuino!
C'è chi si è pure preso la briga di venire dall'Ungheria solo per vedere la Festa del Ricamo e di ciò siamo orgogliosi!
Tra l'altro se non lo avete ancora fatto aggiungete Casa Cenina su Facebook eheh!

Dopo tre anni ci conosciamo un pò tutti e continuamo a conoscere sempre più gente. Direi che siamo proprio fortunati, e in particolar modo mi sono resa conto di una cosa. Quando sono arrivati Ton e Karin dall'Olanda gli ho detto "ah sì, noi ci siamo già conosciuti a Nashville in Tennessee"...una cosa da tutti insomma. Questo gigantesco mondo che è diventato minuscolo, racchiudibile in uno schermo di computer, questo mondo che giri in poche ore su un aereo economico, lo visiti in lungo e in largo e magari non ti accorgi subito di cosa ti lascia nel cuore. Basta solo una giornata in cui ci possiamo effettivamente vedere e stringere la mano, ridere e parlare, per capire quanto alla fine il nostro pianeta virtuale e veloce, ricco e infinito, si può descrivere semplicemente come un pomeriggio di giugno passato a sedere sotto il sole della Toscana (che alla fine è spuntato!!!) con tutti coloro che condividono la tua stessa passione.

10 commenti:

dama del bosco ha detto...

ma che bell'esperienza deve essere stata... l'anno prossimo devo assolutamente esserci, son due anni che lo dico, non voglio fare che non c'è due senza tre!

Caterina ha detto...

chiaramente ti aspettiamo :-D

ilariabu ha detto...

grande cate!
e grande patrick! mi ti co!!!!
"ciao bella ragazza"
buahbhuabhuabhua

Federica ha detto...

e pure io voglio esserci!!!!

ps. ai seggi è andato tuto bene, risultati a parte :(

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

Perche non:)