lunedì 31 gennaio 2011

The king's speech


Boicottiamo il doppiaggio italiano!
E' già qualche anno che non sopporto i telefilm doppiati, perchè a forza di vederli in lingua originale e sottotitolati in italiano mi fa strano sentire la voce di un personaggio che non è la stessa dell'attore. Viene fuori un grottesco montaggio. Quando poi un attore di telefilm compare sul grande schermo rabbrividisco al suono della voce che gli hanno affibbiato; mi vedete contorcere sulla poltroncina del cinema, con smorfia e occhi orripilati. Però poi dopo qualche minuto mi abituo e tutto torna tranquillo. Infatti non mi hanno mai infastidito i film doppiati, anzi, sono moooolto più comodi, perchè così non ti devi sforzare troppo le meningi e non rischi di perdere battute, o, peggio, il senso del film stesso.
Però ieri sera il doppiaggio proprio non ci voleva! Sono infatti andata al cinema a vedere il bellissimo Il discorso del re (un saluto affettuoso a Colin, che mi è sempre piaciuto un sacco), e andava visto in lingua dannazione!!! Un film così, incentrato sulla lingua e le parole, perde inevitabilmente se doppiato. Poi me lo immagino, con accento da perfetto british man che fa anche la sua porca figura. Vabbè, me lo ri-guarderò in rete..
Senza nulla togliere agli straordinari doppiatori italiani, che sono anche considerati i più bravi al mondo e di ciò sono molto orgogliosa, perchè negli altri paesi i film sono quasi sempre in lingua originale e sottotitolati, e da noi mai mai mai??

2 commenti:

Federica ha detto...

invece a me è successo il contrario solo pochi giorni fa: hai presente quel figone di Jack di Lost? nel telefilm italiano ha una voce sicura profonda da leader... ne ho visto un pezzo in lingua originale e non sapevo se ridere o piangere: ha una vocina porello!!

Caterina ha detto...

@Federica: ahahahahahahahahahahah, la voce che si ritrova Matthew Fox è veramente ridicola, concordo. Però alla fine è la sua, e anche se il doppiatore italiano fa il figo, mi stona lo stesso..